FUTURO | ARTE E SOCIETÀ DAGLI ANNI SESSANTA A DOMANI

Gallerie d’Italia di Vicenza, mostra FUTURO | Arte e società dagli anni Sessanta a domani

FUTURO, ARTE E SOCIETÀ DAGLI ANNI SESSANTA A DOMANI

Le Gallerie d’Italia di Vicenza propongono una mostra di grande attualità: FUTURO | Arte e società dagli anni Sessanta a domani, ideata e curata da Luca Beatrice e Walter Guadagnini con il patrocinio del comune di Vicenza.

La visione del futuro, probabilmente, coincide con l’arte contemporanea come la intendiamo noi oggi. Strettamente legata, da una parte, all’idea di progresso, tecnologia, innovazione; dall’altra al desiderio e alla necessità del cambiamento.

Ogni tempo ha la sua idea di futuro e quello che viviamo oggi si mostra molto più incerto di quello che si manifestò 60 anni fa. Gli anni ’60, infatti, segnano il decennio del boom economico, della crescita demografica, dell’ottimismo e del consumismo che nell’arte si traduce nell’era pop e nell’esplosione dei fenomeni giovanili.

La mostra parte dunque dagli anni ’60 con un’anticipazione dedicata al Futurismo che, per primo, ha interpretato sin dal nome l’idea di “futuro” e si spinge fino al presente, con un finale aperto.

Gallerie d’Italia di Vicenza, interno mostra FUTURO | Arte e società dagli anni Sessanta a domani

Circa cento opere di artisti italiani e internazionali, appartenenti alla collezione Intesa Sanpaolo e a collezioni private, corredate da una serie di immagini fotografiche dall’Archivio Publifoto che meglio rappresentano e sintetizzano ciò che l’uomo, l’artista, ha provato in diverse epoche davanti all’enigma del futuro.

Michele Coppola, Executive Director Arte Cultura e Beni Storici, afferma:
Parlare di futuro in questo momento è quanto mai importante e farlo attraverso l’arte e la cultura è forse il modo migliore. La mostra unisce capolavori del Novecento e opere di giovani artisti che ci parlano del futuro in modi diversi, ma sempre proiettati in avanti, sempre mettendo in moto l’immaginazione.”

Coppola, Intesa Sanpaolo:”Gallerie d’Italia, riferimento per la comunità

Gallerie d’Italia di Vicenza, interno mostra FUTURO | Arte e società dagli anni Sessanta a domani

futurismo

L’esposizione prende avvio con un prologo dedicato al Futurismo, la prima avanguardia europea che dal suo nome rivela la volontà di essere motore di cambiamento.

Con opere in mostra di Boccioni, Depero, Marussig, Zanini e con due parole chiave, ‘spazio’ e ‘tempo’: il primo visto con gli occhi di Fontana, Munari, Klein; il secondo con l’ironia di Baj e le intuizioni di artisti quali Boetti, Cattelan, Mari, Paolini, Turcato.

Gallerie d’Italia di Vicenza, interno mostra FUTURO | Arte e società dagli anni Sessanta a domani

Cinque le sezioni espositive

Cinque grandi immagini fotografiche dall’Archivio Publifoto Milano introducono parte della collezione Intesa Sanpaolo e accompagnano la time-line dei singoli decenni raccontando l’idea di futuro nella società, in particolare quella italiana.

gli anni sessanta

Gli anni Sessanta persuadono che ‘Il Futuro è il presente’, con un ottimismo che malgrado lo spettro di un conflitto nucleare conquista anche lo spazio sino a raggiungere la luna e porta a visioni dell’arte che vanno dallo Spazialismo all’arte cinetica, dalla Pop all’Op attraverso le opere di artisti come Rauschenberg, Rotella, Vasarely, Fioroni.

i settanta

I Settanta accompagnano il visitatore nel concetto de ‘Il Futuro è il politico’, con parole quali ‘utopia’ e ‘rivoluzione’ e movimenti che spaziano dalla poesia visiva all’Arte Povera, dal femminismo all’arte militante con opere di autori quali Christo, Indiana, Isgrò, Schifano, Tilson.

Gallerie d’Italia di Vicenza, interno mostra FUTURO | Arte e società dagli anni Sessanta a domani

anni ottanta

Il futuro è il successo’ accompagna il pubblico dagli anni Ottanta alla bolla speculativa, con opere tra di Hirst, Kruger, Rosenquist, Warhol, per entrare nei Novanta che introducono la tematica de ‘Il futuro è il postumano’.

Con l’uomo che decide di trasformare se stesso partendo dal proprio corpo, e opere tra gli altri di Burson, Morimura, Skoglund fino ai modelli ‘transumani’ negli scatti di Vintiner.

I primi decenni del millennio

Il percorso espositivo si conclude con i grandi temi dei primi decenni del millennio: ‘Il futuro è l’ambiente’ e l’enorme sfida legata alla difesa del pianeta, con opere di artisti quali César, Eliasson, Gilardi, Lai, Najjar per arrivare all’oggi, entrato prepotentemente in un nuovo futuro da leggere nella sfera di cristallo del giovane artista Bufalini.

Gallerie d’Italia di Vicenza, interno mostra FUTURO | Arte e società dagli anni Sessanta a domani

Guarda i video e approfondisci le sezioni della mostra con i curatori Luca Beatrice e Walter Guadagnini

Dove
Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari, Contra’ Santa Corona 25 – Vicenza.

Periodo
Dal 3 ottobre 2020 al 7 febbraio 2021.

Informazioni e prenotazioni
Numero verde: 800.578875
Email: info@palazzomontanari.com

Fonti
Gallerie d’Italia
Youtube